Performer, sessio-man in studio e vocalist, inizia i propri studi in conservatorio. Conseguita la maturità classica, studia a Napoli batteria e percussioni con Rosario Jermano (F. De André, Orchestra RAI) e si trasferisce a Roma, dove frequenta il corso di diploma in percussioni presso il «Saint Louis College of Music» sotto la guida di Giovanni Imparato (Mina, Ray Charles, Ramazzotti), dove studia anche marketing e management discografico. Studia anche con il leggendario “Changuito”, Reynaldo Hernández, Humberto “La Película”, Yaroldy Abreu, “Cusito”, Jorge “Toro” Castillo, Manley “Piri” Lopez e, presso il Centro di Percussioni «Timba», con Roberto Evangelisti e Paulo La Rosa. Prosegue il suo studio a Cuba, dove diventa “omoaña” (tamborero consacrato) con Justo Pelladito (fondatore del “Conjunto Folklorico Nacional”, con Irian Lopez e Los Chinitos, Angel “Chino” Chang, Tomàs “Panga” Ramòs Ortìz, Amadito Dedeu. Viene ammesso ai corsi della “Berklee Summer School at Umbria Jazz Clinics 2011”, in ambito dei quali vince la borsa di studio per il “Five Weeks Performance Program” presso il «Berklee College of Music» di Boston. Qui studia percussioni con Eguie Castrillo (Tito Puente, Jennifer Lopez), Ernesto Diaz e Ricardo Monzon; batteria con Larry Finn (Susan Tedeschi); performance con Livingston Taylor (fratello di James) e collabora con gli ensemble di Lawrence Watson (motown e R&B) e Tiger Okoshi (funk/fusion). Riceve altre quattro borse di studio per il corso di laurea in percussioni al Berklee.
Prosegue il suo studio a New York con il grande maestro di percussioni John Amira.
Studia canto con il soprano Francesca Canale e con Cheryl Porter; danza con Ester Preziosi, Cecilia Arenillas e Lilian Matos Torres.

Ha avuto modo di collaborare con artisti e musicisti del calibro di Andrea Mingardi, Cheryl Porter, Wendy Lewis, Mario Lavezzi, Vinnie Colaiuta, Michael Landau, Abraham Laboriel, Modena City Ramblers, Hana-B, Righeira, Baba Sissoko, Marco Siniscalco, Fabrizio Bosso, Marcello Rosa, Javier Girotto, Eric Daniel, Patrizia Di Malta, Sade Mangiaracina, Riccardo Biseo, Oscar Stagnaro, Mark Shilansky, Alessandro Gwis, Darryl Jones, Thomas Lang, Vernon D. Hill, Baba Sissoko, Luca Trolli, Mario Guarini, Max Rosati, Michele Pecora, Alma Manera, Marco Velluti, Marta Capponi, Darryl Jones e Thomas Lang, di condividere il palco con Biagio Antonacci, Nomadi, Velvet, Zero Assoluto, Roberto Podio, Piero Angela, Baustelle, Sugarfree, Stephanie McKay, Casino Royale, Margaret Doll Rod. Al fianco della band “Sfere Cristalline Concentriche si esibisce in importanti contesti e scenari, fra cui lo stadio di San Siro a Milano e nel programma “Amici” su Canale 5. Collabora con la rock band emergente Blucobalto – attualmente impegnata nel “Match Music” tour, per una produzione di Pat Legato – collaboratore dei Simple Minds, e con la cantautrice soul ZogaroS. Collabora con la ballerina Lucina De Martis in ambito dei suoi corsi di danza afro-haitiana presso lo I.A.L.S. di Roma e con altre scuole di danza. Entra a far parte dello staff di “Territorio Match Music” condotto da Alan Calogiuri e Alex Cadoppi.
Nel 2012 viene scelto dalla commissione del “Berklee College of Music” di Boston come percussionista della “All Star Band”, lo showcase annuale dell’universita’ musicale piu’ famosa del mondo. A Cuba registra con il gruppo internazionale di folklore afrocubano “Abbilona”.
Attualmente è impegnato in studio come turnista e direttore artistico per svariate produzioni; ha registrato la colonna sonora del nuovo spot della Hyundai e dell’Acqua di Nepi (RAI e Mediaset); insegna privatamente a Roma, presso l’Accademia “Charleston”, a Caserta presso “La Casa del Batterista” e a Reggio Calabria, dove ha già diretto corsi pomeridiani presso le scuole medie statali e per i licei. Ha collaborato come docente con “Scuderie Capitani”. Collabora con la rivista nazionale “Ritmi” (ex “Percussioni”) per la quale tiene rubriche didattiche. E’ docente esperto di musica presso il Liceo Classico “T. Campanella” di Reggio Calabria e collabora anche con l’Università degli Studi “Mediterranea” di Reggio Calabria dove ha tenuto un seminario sull’origine e l’aspetto antropologico ed esoterico del tamburo.